A25RU, 29 Marzo 2021

Nonostante ogni giorno ci sia un piccolo assortimento di 10/20 ed anche 30 macchie solari, non è certo una garanzia che il periodo delle "vacche magre propagative" sia definitivamente passato. Se poi, alle vacche aggiungiamo anche il numero sempre più esiguo di radioamatori e la pandemia che tiene a casa gli spedizionieri, il quadro a tinte fosche, anzi foschissime, è servito...

A25RU: Spedizione Russa in Botswana

Posizione di Gaborone e A25RU nel continente Africano

Pertanto, giungono certamente gradite iniziative come questa degli OM russi che, dalla metà di questo mese, hanno attivato, con grande soddisfazione di tanti, una delle nazioni meridionali del grande continente Africano: il Botswana.

Scoperto per caso...

Al solito, distrattamente, non ero al corrente della spedizione. L'ho scoperto quasi per caso in quello che doveva essere il loro ultimo giorno lì.

Passavo, senza alcuna speranza, sulla muta frequenza dei 15 metri, parte bassa della banda, di solito influenzata da alcuni disturbi provenienti dai modem Wi-Fi della zona. Ad un certo punto, poco dopo i 21,025, ascolto un putiferio di pigolii, tipico dei pile-up in CW. Incuriosito, ho cercato poco più giù e, proprio lì, ecco la sorpresa: A25RU, nominativo speciale della Dxpedition, il cui segnale arrivava con una forza incredibile sulla mia verticale multibanda.

I tre QSO nel Log-On-Line della Dxpedition

Il suo segnale oscillava, infatti, tra il 7 ed il 9, con un lievissimo QSB; l'operatore lavorava in split, con le stazioni corrispondenti spalmate su 1500 Hz appena un Khz sopra. L'operatore era preciso, sicuro e portava a log, ordinatamente, una stazione dopo l'altra.

Inutile, quasi, ripeterlo: ammiro gli operatori russi in CW. Sono precisi, metodici, puntuali. Ripetono il callsign spesso e quanto basta e, ordinatamente, non lasciano mai indietro nessuno.

Mi metto in ascolto e, aiutato dal Keyer MFP-495, invio il mio nominativo dopo il "TU" (Thank You) della stazione DX o dopo che la stessa ha trasmesso il suo nominativo. Mi aiuto un pochino con il RIT per capire chi gli risponde ma, nel giro di qualche minuto, senza particolare sforzo, il QSO è finalizzato: ecco, chiaro e forte, che l'operatore ripete IK7XJA e passa il segnale. Rispondo, ricambio e saluto. Fine.

QSO portato a casa in 15 metri, in assoluta tranquillità.

Dopo il QSO i dubbi...

Quando hai collegato un "new one", il primo dubbio che ti viene in mente è che il corrispondente non abbia copiato bene il tuo call o che tu non lo abbia compreso quando lo ha ripetuto. Lo ammetto: la tentazione di rifare la coda è ripetere il QSO è fortissima...

Ma non l'ho fatto: anzi, mi sono ripromesso di beccare la spedizione su altre frequenze.

Nuova occasione: 17 Metri

La banda dei 17 metri è certamente quella che prediligo. Con un pochino di propagazione si fanno salti interessantissimi. Ho atteso che la stazione comparisse sugli spot RBN e, in pochi minuti, portato il QSO a casa anche su questa banda che, come l'altra, risultava pulita e silenziosa, con il solito guazzabuglio di stazioni in Pile-Up pochi Khz più sopra.

È stato facile. Più facile che in 15 metri. Grazie anche alla grande abilità dell'operatore.

E, questa volta, ho anche registrato la stazione DX, A25RU, mentre chiamava e lavorava alcune stazioni Europee:

Audio: La stazione A25RU al lavoro

Non c'è due senza tre...

Beh, non restava che scendere di banda ed appostarsi per beccare la Dxpedition appena si fosse affacciata anche in venti metri...

Il tempo concesso alla spedizione sarebbe dovuto finire: però, a causa di problemi, la spedizione non ha potuto lasciare Gaborone nei tempi previsti. Questo inconveniente per gli spedizionieri, ha regalato più di 48 ore a chi, come me, era giunto in ritardo.

Con un po` di fortuna ed il vento della propagazione in poppa, ho portato a casa anche il terzo QSO in 20 metri CW. E di nuovo, con ottimi segnali, questa volta un 599 pieno e con un QSB praticamente inesistente.

In conclusione...

Concludendo, in questi ultimi anni di sole "pigro" ho collezionato bellissimi QSO e, tra quelli che più fa piacere ricordare, ci sarà proprio la terna con la spedizione russa in Botswana. Come spesso dico su queste pagine, i grafisti russi sono i migliori e, con loro al tasto, il QSO si finalizza anche se ci sono i soliti cialtroni che accordano sulla frequenza DX o sparano a raffica sequenze di punti interrogativi perché non hanno intenzione di stare due minuti ad ascoltare per capire con chi hanno a che fare...

Condizioni di propagazione

Il giorno 29 Marzo 2021 si registravano le seguenti condizioni di propagazione e di attività solare; ho notato un limitato QSB in 21 e 18 Mhz ed un segnale molto stabile in 20 metri; anche la frequenza era particolarmente tranquilla, come sempre grazie ai parametri A e K bassi ed a Bz negativo che mitigava ulteriormente la situazione:

Condizioni di propagazione 29-03-2021