La Radio vintage Yaesu FTDX-400

La radio vintage Yaesu DTDX-400

Una visita a Saverio nel suo laboratorio permette di scoprire radio che hanno fatto, letteralmente, epoca: tra queste, lo Yaesu FTDX-400.

Yaesu FTDX-400: Un gioiello a valvole degli anni '60

Nel panorama delle radio amatoriali, la radio Yaesu FTDX-400 occupa un posto speciale. Progettata alla fine degli anni '60 e prodotta e commercializzata tra il 1967 ed il 1970, questa radio a valvole ha conquistato il cuore degli appassionati con il suo design per particolare ed il suono caldo e ricco della parte ricevente.

Un'estetica senza tempo

Yaesu FTDX-400 - Particolare del frontale: lo strumento e la scala di sintonia

La FTDX-400 si contraddistingue per il suo aspetto classico e raffinato. Il corpo in robusto metallo e la disposizione simmetrica dei controlli la rendono un oggetto da ammirare oltre che da utilizzare. Il pannello frontale è dominato dal grande VFO meccanico a scala rotante, una vera opera d'arte.

Dietro il suo aspetto elegante, però, la radio Yaesu FTDX-400 nasconde un concentrato della tecnologia della fine dei sessanta... La radio copre tutte le frequenze radioamatoriali, da 3,5 a 30 MHz (ad eccezione delle bande WARC, ovviamente, che saranno assegnate ai Radioamatori solo dopo la conferenza del 1979 e della banda dei 160 metri...). I suoi abbondanti watt di potenza in SSB (oltre 500 con valvole nuove) garantiscono una resa eccezionale, permettendo ottimi collegameni DX.

Il caldo suono delle valvole...

Yaesu FTDX-400 - Interno e vista sulle valvole

Ma la vera magia della radio Yaesu FTDX-400 risiede, però, nel suono della sua parte ricevente. Le valvole, ormai scomparse dalle radio moderne, conferiscono alla radio FTDX-400 un suono caldo, ricco e pieno di carattere. Parole e segnali che prendono vita con una chiarezza e una musicalità impareggiabili.

La produzione della FTDX-400 cessò all'inizio degli anni '70, ma la sua fama è rimasta viva tra gli appassionati di radio d'epoca. Oggi, questa radio è considerata un pezzo da collezione ricercato, quasi un simbolo di un'epoca in cui le radio erano ancora strumenti artigianali costruiti con passione e dedizione.

Al di là del suo valore collezionistico (che dipende dal gusto di ognuno di noi...), lo Yaesu FTDX-400 rimane una radio, se perfettamente funzionante, in grado di offrire prestazioni eccellenti. Per gli appassionati di radio a valvole e per tutti coloro che apprezzano la bellezza e la storia della tecnologia, l'FTDX-400 rappresenta un'occasione imperdibile per possedere un pezzo di storia radioamatoriale, al netto del suo peso e delle sue dimensioni che richiedono uno spazio adeguato nello shack... Cui aggiungere un altoparlante esterno, dato che, all'interno, ne è sprovvista.

La parte ricevente

Con un peso di quasi 20 Kg, la radio FTDX-400 presenta una sezione ricevente affidata ad una doppia conversione (a 3.180 KHz e 5.520 KHz): davvero non male per i suoi tempi! Ovviamente, non si parla assolutamente di «sintonia continua» sull'intero spettro delle HF ma, piuttosto, di una radio «bandizzata» con una suddivisione che permetteva qualche centinaio di KHz su ciascuna banda radioamatoriale dagli 80 ai 10 metri... e no, ripeto, non c'era la banda dei 160 metri!

La parte trasmittente

Il trasmettitore è in grado di gestire emissioni in AM, SSB e, ovviamente, CW; lo stadio finale si appoggia a due valvole 6KD6, dei pentodi originariamente nati per amplificare i segnali della deflessione orizzontale nei tele√¨visori a colori del tempo... Non è raro trovare questi tubi all'interno di radio ed amplificatori HF dehgli anni 60 e 70, compresi i lineari per la banda CB... Ciascuna valvola è in grado di erogare ben 150 Watts se alimentata con una tensione di 650 Volts.

La potenza erogata dallo stadio finale, si aggirava, con valvole nuove, sui 600 watts in SSB e poco più di 500 in CW che diventavano solo 125 in AM.

E, infine, la videoprova della radio!

A questo punto non resta che il video, pubblicato, come sempre, sul mio canale YouTube:

Iscriviti al mio canale su YouTube Valid XHTML 1.0 Transitional